RESIDENZE VIA DEL GIGLIO

Localizzazione: FIRENZE

Committente: BL CONSULTING s.r.l.

Progettazione architettonica: 2017

Realizzazione: 2017 - 2019

Progettazione architettonica e direzione lavori: Riccardo Roda, Silvio Pappalettere

Il progetto ha previsto la trasformazione di due interi piani di un palazzo storico nel centro di Firenze, attraverso opere di restauro e risanamento conservativo con frazionamento di 2 unità esistenti e contestuale realizzazione di 14 appartamenti, oltre opere di manutenzione delle facciate esterne.
Le unità immobiliari si collocano al piano secondo e terzo all’interno di un edificio costruito nel 1922, su una preesistenza della prima metà dell’800. L’immobile interessato, che sorge sul sedime di un giardino anticamente di proprietà della famiglia Gaddi, fu costruito nelle forme attuali da Cesare Galardelli, che intervenne su un preesistente edificio che interessava porzione del giardino. L’elegante stabile residenziale odierno è da attribuire all’architetto Giovanni Paciarelli, che utilizzò un lessico mutuato dall’architettura storica fiorentina
L’intervento ha proposto la realizzazione di n. 7 alloggi per piano con finiture di pregio, serviti da un androne comune. Le opere di trasformazione hanno riguardato principalmente le parti interne dell’unità immobiliare esistente, e la creazione di 4 nuovi lucernari, oltre al restauro degli infissi esistenti.
Le demolizioni sono state funzionali alla creazione di nuovi ambienti abitativi e alla relativa dotazione di servizi igienici. La ricostruzione, mirando a creare un numero maggiore di ambienti rispetto alle notevoli dimensioni di quelli esistenti, ha proposto la creazione di nuovi divisori e la placcatura di alcune murature esistenti.
Le nuove pareti divisorie e i controsoffitti sono state realizzate con pacchetti stratificati in cartongesso. Il controsoffitto esistente, in cannicciato, è stato eliminato al fine di portare a vista le strutture lignee portanti della copertura. I pavimenti esistenti sono stati integralmente sostituiti con parquet di legno nelle zone-giorno, e gres porcellanato e/o pietra nei bagni, ripostigli e volumi tecnici.
Gli interventi di consolidamento strutturale dei solai, è stato attuato tramite l’inserimento di travi metalliche all’interno dell’intercapedine del solaio portante esistente, e la creazione di un massetto collaborante in c.a.. Sono stati inoltre modificati alcuni dei divisori e realizzate nuove aperture, attraverso cerchiature conformi alla normativa sismica vigente.
Il nuovo impianto di climatizzazione centralizzato, con contabilizzazione singola, prevede un sistema a pompa di calore aria-acqua, con unità esterne posizionate all’interno di camini completamente schermati, con distribuzione a radiatori o a fancoil. Le canalizzazioni principali del suddetto impianto sono alloggiate entro le porzioni controsoffittate sopra il corridoio di distribuzione comune. Le nuove unità abitative sono inoltre dotate di impianto VMC. L’acqua calda sanitaria è prodotta attraverso boiler elettrici singoli per ogni appartamento posti in appositi volumi tecnici sopra i servizi.
L’impianto idrico-sanitario è stato adeguato alla nuova organizzazione funzionale dell’unità immobiliare ma ha previsto il riutilizzo degli scarichi relativi alle acque nere e saponose esistenti. I sanitari sono stati totalmente sostituiti, con l’adozione di accorgimenti in linea con i principi di massimo risparmio della risorsa acqua: sciacquoni a cacciata ridotta, frangiflutto, etc..
Gli impianti elettrici sono stati sostituiti integralmente, e in alcuni alloggi, implementati con sistemi domotici.